domenica, gennaio 16, 2011

DIARIO DI BORDO ovvero 3° SETTIMANA DELL'ANNO.


Uhm....fine del week end e momento riflessivo...

Facciamo un po' il punto....

Domani è un nuovo lunedi di guerra. Ci sono preventivi da far fare, contratti da inviare, comunicati stampa da far scrivere e mail a cui rispondere e a cui far rispondere e fiere da organizzare.
Ci sono decisioni da prendere. Non poche.

Dal punto di vista non lavorativo ci sono amicizie da rinsaldare e conferme giornaliere che ho scelto la donna perfetta per me. Certo quando litighiamo provochiamo migrazioni di massa degli abitanti della Contea, spaventati dalle grida. Ma poi si fa pace tra un urlo e un sospiro (NDG: è questo lo dico perchè lei su questo blog non ci passa MAI, neanche se glielo metto come Homepage)

C'è un pc che finalmente inizia ad essere ordinato (certo, se vedeste adesso il mio desktop pretendereste che mi tatuassi un pinocchio sulla fronte per tutta la vita)

Niente Angoulême per questioni di salute (ed è una cosa molto scocciante che non doveva succedere).
Niente Mantova per la NPE, perchè abbiamo avuto un problema a clonarci. (Io probabilmente ci andrò di mio).
Ma quest'anno abbiamo parteciperemo a un numero tre volte superiore di fiere rispetto all'anno prossimo.
Tre dei volumi stampati da Novembre 2009 (poco più di un anno) sono andati esauriti. Uno in sei mesi.
E non me l'aspettavo.
La nuova sede è in dirittura da arrivo. Ci sarà molto da fare. Spero che la salute mi sostenga.

Moving Pictures prestissimo sarà in tutte le fumetterie. Poi un giorno vi racconterò del perchè di questo ritardo nella distribuzione. Forse.
Sono bloccato in Calabria per motivi di salute e ne ho ancora per qualche settimana. Poteva andare peggio. Poteva andare meglio. Per fortuna qui si mangia benissimo e il panorama mozza il fiato.

Cosa manca? Ah si. Il ritmo qui è molto lento. Tutto va piano. Tutto sembra dolce e fattibile.
Certo quando cerchi un po' di Cultura o di Svago se destinato a vagare nell'infinito nulla per l'infinito nulla.
Mi sono fatto spedire un pacco di fumetti da un amico. Non penso che altrimenti sarei sopravvissuto.

Il ritmo lento mi ha permesso di affrontare un paio di problemi che mi stato portando da un annetto...uno legato alla lettura di cui vi dirò abreve, uno legato alla salute e a quelle strane alchimie virali che regolano il mio corpo. Anche di questo vi parlerò. Ma non ve ne accorgerete.

Frase della settimana (l'ho appena vista su facebook):  Peccato che la stupidità non sia dolorosa. (Anton Szandor LaVey)
Già, peccato. Sto sentendo troppe stronzate ultimamente per essere tollerante. Conoscendomi, lo sbottamento è dietro l'angolo.
Diffidate da chi si fa lo "sperto" (come si dice qui nella Contea), cioè l'esperto. Non capisce un cazzo ed è rappresentativo come Cettola Qualunque.


E qui fermo. Vi lascio con qualche foto della Contea e me ne vado a vedere la terza serie di Californication




Il Glifo Bloggista
Ps: è la prima volta che questo Blog funge da Blog, cioè da diario...

3 commenti:

smoky man ha detto...

un fumoso saluto isolano

smok! :)

Valentino Sergi ha detto...

rimettiti che ci vediamo a Mantova allora ;)

uomoragno ha detto...

Dai che ci vediamo a Mantova!
Rimettiti in forma, mitico Andrea e grazie ancora del commento e degli auguri, un abbraccio ;-)