sabato, ottobre 27, 2007

LUCCA COMICS: Istruzioni per l' uso - Parte Prima - Ovvero COSA COMPRARE



Ed eccoci. Il natale di ogni Appassionato di fumetti è arrivato.
Lucca. E sono già ricordi.E sono già attese.

Questo anno solo 4 giorni. Pochi. Troppi pochi per fare tutto
(Sketch, incontri con gli autori, incontri con gli amici, tastare il mercato, conferenze, mostre ecc....)

Troppe cose da fare. Troppe. Io ho bisogno di fare un pò il punto della situazione.

Se volete, fatelo anche vostro.

Primo (grande)problema è COSA COMPRARE?

Cerchiamo di venirne a capo.

Ognuno ha la sua politica.

Ci sono gli Entusiasti...che comprano tutto!
MA tutto! Anche li stessi fumetti che avevano già comprato e poggiato sullo stand.Li ricomprano! Anche il catalogo della mostra "INCULOAILUPICOMCIS"!!!!
(Ma per riuscire a fare questo devi aver un primogenito da sacrificare in cambio di ricchezze incalcolabili a demone di turno.....)

Ci sono i Mancolistari....che comprano solo quello che hanno segnato nella loro mancolista, vergata con sangue umano su un papiro di pelle di pecora nana egiziana e redatta in un linguaggio abbastanza simile al lineare B di etrusca memoria.
Non ha importanza se gli offrono il numero 1 di Dylan Dog farcito da banconote di 100 euro a 5 euro.
< E' sulla lista? No? Allora non serve a un cazzo di niente e non lo voglio >

Insomma anche se sei solo un fumetto e non sei in lista non conti niente....

Ci sono i Curiosi...attempati 40enni o arrapati ventenni che sono li con la famiglia o con gli amici e si dicono "di passaggio"
(In realtà sul loro navigatore satellitare in macchina hanno digitato "CULO COSPLAY" e si sono ritrovati a Lucca)





Di loro si può dire che avranno anche poche idee di cosa comprare. Ma quelle poche che hanno sono comunque confuse.
Sono catapultati in una realtà parallella in cui mentre cammini per strada tranquillo ti passa tra le gambe un cane travestito da Pikachu, tuo figlio viene avvicinato da un Nano che cerca di venderli delle orecchie da Elfo e tua moglie è stata messa a pilotare il grande Mazinga...ed hai solo un attimo per chiederti se riuscirai a scansare il missile centrale che ti ha appena lanciato contro.....
I curiosi fanno acquisti variegati.
A fine giornata hanno buste piene di pupazzi che raffigurano la suocera, fumetti di autori indipendenti KAZAKI dediti al surrealismo postclassico che indaga sulle differenze tra i vari tipi mestoli da cucina, spille raffiguranti culi parlanti ( gli unici sui cui riescono a mettere le mani, in barba al loro navigatore...), dvd giapponesi che raccontano le pornoavvenuture di una squadra di baseball trans e 100 altre inutili porcate che viaggeranno per tutto la loro terrena esistenza tra il cassetto delle cose inutili e lo scatolo in soffitta delle cose "MA COME CAZZO HO FATTO A COMPRARE STA' MINCHIATA...."

SFIGATI....

Ragazzi, Lucca è una scienza. Non fatevi fregare. E fate i compiti. Continuate a leggere il post.

Torniamo alla domanda principale.
Cosa comprare a Lucca?

Fissiamo criteri del collezionista ACCUMULATORE ( per quale il copricesso dell' Uomo Ragno è un Must!)

1) Mai pagare di più una cosa che puoi pagare di meno.
2) Ottenere il massimo da ogni acquisto.
3) Ultima, ma fondamentale, la regola di vita di ogni saggio acquirente di fumetti.

SE IL TUO NEMICO (L' albo che vuoi comprare) E' TROPPO FORTE (Costa troppo) NON ATTACARE IL SUO CASTELLO (Non cercare di comprarlo)O SARAI SCONFITTO (Pagherai troppo l' albo) MA SIEDITI SULLA RIVA DEL FIUME (Aspetta) E ASPETTA.
PRIMA O POI IL FIUME TI PORTERA' IL CADAVERE DEL TUO NEMICO (Lo troverai al prezzo che vuoi)

Cerchiamo quindi di applicare questi criteri alla realtà fieristica di Lucca e fissiamo delle regole


- Non comprate mai gli albi al prezzo pieno.

Se li ordinate nella vostra fumetteria li prenderete con lo sconto.
Perchè pagare un albo a prezzo pieno se potete averlo scontato?
Anche se vi fanno solo il 10% nella vostra fumetteria su 100 euro sono 10 euro.
Un albo sano sano....o forse potreste concedervi addirittura il lusso di mangiare.
Inoltre le case editrici presenti a Lucca non pagano il Distributore e quindi possono fare benissimo lo sconto! Anche sostanzioso! Il famoso (famigerato?) Sconto Fiera.
E se vi dicono che hanno i costi degli stand,viaggio ecc...bè...è vero..ma a Lucca non si va a fare soldi...si va a farsi pubblicità.
A creare buoni rapporti con i lettori, che , ricordiamocelo sempre, sono quelli che pagano...e mantengono in vita il mercato.
Attenzione...lo sconto fiera....Non è un obbligo farlo!......
Però....( e qui arriviamo al secondo punto)

- Acquistare un albo significa premiare una casa editrice!

Io non so voi, ma io non riesco a comprare tutto quello che voglio e che esce.
Mi sono venduto tutti gli organi interni, ipotecato anche le unghie e preso mezzi accordi per tutte le parti del mio corpo sporgenti ma, nonostante questo, non riesco a prendere nemmeno la metà di quello che mi piacerebbe.

E allora?

E allora bisogna fare selezione.
I primo luogo il criterio da applicare è il PROPRIO GUSTO.

Prendo quello che mi piace ( e che è in offerta o scontato - Vedi punto precedente)

Ma a parità di "goduria" di lettura?

Bè qui entra in gioco il rapporto con la casa editrice e con lo standista.

Come si è comportata la casa editrice durante l' anno trascorso?
Fa una politica editoriale da premiare? Fa sconti?
Lo standista ( pagato li dall'editore che campa con i soldi che VOI gli date) è cortese, gentile disponibile? No?
Allora:



(CIAO, per chi non l' avesse capito...)

Ci sono tanti fumetti. Mica solo quelli che vende lui.
Le cose imprescindibili sono poche. E non è detto che le si debba comprare in fiera.

Ci sono risorse (soldi) limitate rispetto a bisogni (fumetti) illimitati.

E poi come la mettiamo con gli SKETCH?

- LO SKETCH - Ovvero l' elemento scriminante.

Lo sketch....il Graal forse è stato cercato di meno....
A Lucca si apre la caccia.
Tutte le regole sopra esposte sono subordinate allo sketch.
Il disegnino ( Per una disamina più completa vi rimando qui) è il fine ultimo del vero accumulatore.
L' apice della caccia e della ricerca.
Domani dedicherò un post solo a questo argomento, rapportato con la Lucca del 2007.

Quanto detto fin ora riguarda l' avere a che fare con gli editori.

Con gli STANDISTI/COMMERCIANTI la cosa cambia.

1) Ricordate:
Lo standista non potrà mai ( tranne rarissime eccezioni) proporvi l' albo a una fiera allo stesso prezzo che fa al negozio!
Lo standista ha un sacco di spese da sostenere:
- Stand
- Viaggio
- Vitto e alloggio
- Negozio chiuso durante la fiera.

Dove li spalma secondo voi questi costi? SUL VOSTRO FUMETTO!
Internet ti è amica! Usala!
Se non vi fidate di ebay, ricordate che quasi tutte le fumetterie serie vendono anche via web.

2)Non comprate mai al primo prezzo che vi viene detto!
Il primo prezzo è solo quello da cui far partire la contrattazione.
Quando lo fa, il negoziante ne tiene conto.
Non fatevi fregare. Contrattare è un vostro diritto. Secondo me anche un dovere.

3) I negozianti professionali ( non i dilettanti come me che fanno una sola fiera all' anno) mettono sempre o quasi il prezzo sulla maggior parte degli albi in vendita.
Non vi devono fare il prezzo giudicandovi dalla faccia o dall' aspetto.
Se avete una faccia del genere



state certi che per voi l' albo costa il doppio.
Dio non ha ordinato a nessuno di essere stupido. Che siate credenti o meno, rifletteteci.

4) Prima di comprare fatevi un giro tra gli stand. Bello lungo.
I prezzi dei fumetti non sono una scienza esatta.
A due banchetti vicini potete trovare due albi uguali l'uno a un quarto del prezzo dell'altro.
Non c' è fretta. Ricordatevi che i migliori affari si fanno il primo giorno ( per la roba più rara, quindi chi prima arriva meglio alloggia) e l' ultimo ( in cui si innesca un meccanismo di appagamento o insoddisfazione del venditore per il quale i prezzi comunque scendono...)

Tenete conto.

E allora, ancora una volta...Cosa comprare?
Ma comprate quello che vi pare.
Un paio di consigli mi sento di darveli. Poi fate come vi pare.
Io stesso non ho fatto ancora una lista della spesa definitva
So per ora, con certezza, che comprerò due albi.

Il primo è questo:









Note Tecniche:

La Mr.BeasT Production in collaborazione con Alien Press
sarà presente allo stand di DTE / Comicus a Lucca 2007 con

GIZMO
32 pagine
16cm x 23cm
B/N spillato
2 euro

Ti chiami Adam Gizmo e il tuo lavoro è trasferire merce. In un'epoca in cui tutti si affidano al teletrasporto tu usi ancora un vecchio camion volante a propulsione atomica per non incappare nei controlli del regime. Questa volta dovrai consegnare un robot ad un vecchio collezionista. Questo robot non dovrebbe nemmeno esistere.


PERCHE'COMPRARLO:


Mica è un solo uno il perchè....
Sostanzialmente per un senso di giustizia sostanziale. Mi spiego.

Come diceva il mio professore di economica azindale in stretto dialetto calabrese:

(Che in italiano corrente significa "Ci sono certi asini che sono così asini che la coda tocca per terra)
In ambito fumettistico significa che ci sono troppi Wannabe ( cioè aspiranti persone che si spacciano (anche a loro stessi) come aspiranti disegnatori).

Ora, la maggior parte di questi nella vita potrebbe giusto spaccare le pietre,come mestiere.
E se ritenete che potrebbero fare qualcosa di più produttivo nella loro vita, vi sbagliate.
E loro destino fare fatica inutile.
Tipo cercare di diventare disegnatori professionisti.
Questi soggetti (potete trovare una loro foto sul vocabolario a fianco della parola INCAPACE) non solo sono fastidiosi...sono anche dannosi!

Rendono infatti difficile distinguere in un mare di....fango....diciamo...alcune perle, cioè quei 3 0 4 giovani disegnatori italiani ancora non professionisti ma dotati un certo spessore artistico.

Tra questi io SPONSORIZZO APERTAMENTE Andrea Gadaldi( Al secolo Eightball)

Avete presente ( no, forse non vi è mai capitato) quando vedete un attore al suo primo film e pensate " Questo diventerà qualcuno..."?

Ecco a me è successo questo. Ma con un fumetto.

La forza delle tavole, la composizione delle stesse, l' uso delle inquadrature mai banale e il tratto, sicuramente in evoluzione, ma già dotato di una sua identità autonoma frutto di talento oltre che applicazione e studio, non può lasciare indifferente.

Ma non è tutto.

Gizmo è un'autoproduzione. Per i non capenti che hanno bisogno di andare a pagina 777, significa che se l' è pagato da solo.
Ha creduto in se stesso così tanto non solo da esporsi al giudizio dei lettori e dei criticissimi critici criticanti e criticabili, ma anche da pagare di tasca sua per farlo.

Ora, come non si può premiare questa passione, nel mezzo di espressione e in se stessi?

Vi servono altri motivi? Eccoli:

- Fa degli Sketch stupendi ( visti con i miei occhi alla scorsa Lucca...)
- Il prezzo è irrisorio...2 euro! Ragazzi a Lucca con due euro non ci comprate neanche una volantino gratuito!

In fine...ma voi, nel fumetto, come mezzo di espressione e di arte ci credete?
No, perchè se ci credete e non sponsorizzate i validi autori emergenti, domani cosa leggerete? Solo le ristampe di Ken Parker?

Io lo compro. Non solo per tutto questi motivi e perchè mi piace.
Ma perchè è giusto. Meritocratico. Chi è bravo DEVE andare avanti.
Ed è un dovere dell'appassionato consapevole sostenere quelli bravi.
E sono sicuro che un giorno, tra vent'anni, potrò raccontare di avere creduto in quel grande autore che allora non conosceva nessuno e che ora è sulla bocca di tutti.

Il secondo è questo:



Si tratta del nuovo volume della Double Shot di Brian Wood a cui si affianca questo:



I volumi di Wood hanno una caratteristica che per me segna la differenza tra l'albo da acquistare nuovo e quello che si può aspettare di trovare usato primo o poi.

Mi sorprendono. Sempre. Wood non è mai scontato. In nessuna storia. In nessuna vignetta. In nessun dialogo.

Ogni riga che leggo è una sorpresa.

Mi aveva stupito con Channel Zero.
Mi ha conquistato con Demo
Nei miei confronti ha guadagnato il diritto all' acquisto incondizionato.

Ma il motivo per cui io, che mi ritengo un tattico dell' acquisto e non mi esprimo quasi mai in relazione alla certezza degli acquisti ( e quando lo faccio è in funzione di una convenienza sul rapporto QUALITA'/QUANTITA'/PREZZO) do per sicuro l' acquisto di questo albo, non si limita solo all' identità dell' autore.

Come detto ACQUISTARE UN ALBO SIGNIFICA PREMIARE UNA CASA EDITRICE.

Adesso tra

- una casa editrice che ritene che l' italiano sia una lingua da sradicare dai propri albi
- un' altra che ti fa fare 12 ore di fila per farti firmare una fotocopia e trattarti con sgarbo reiterato se CHIEDI uno sketch
- un' altra che dei suoi titoli di punta ti fa uscire un numero così contato di copie, tanto che se quel giorno che esce hai un attacco di diarrea fulminante e non puoi andare a compralo appena uscito, rimani senza o lo devi paghere un rene su ebay
- un' altra che è convinta che la capitale francese si chiama PARGI....

...insomma, in questo bel mercato dove tu lettore puoi scegliere se contare:

A) Poco
B) Un cazzo
C) Niente

....ecco, io in questo mercarto SCELGO IN MODO CONSAPEVOLE, una casa editrice che ai miei occhi si è distinta per la qualità dei suoi prodotti, per la cura degli stessi e per la politica editoriale.

Scelgo perciò la Double Shot che ha avuto il merito di proporre in Italia opere come Mom's CAncer.




Se aspettavamo le major italiane saremmo morti inciampando nella lunghezza delle nostre barbe....


E qui mi fermo.
Ci sarebbe tanto altro da dire (Come sempre). Ma il post è venuto anche troppo lungo (Come sempre). Ma che volete farci. Sono stato "zitto" per dei mesi. Ho più cose da dire che fumetti in collezione!

IL GLIFO PRE-LUCCHESE

Ps: Se non siete d' accordo con qualcosa che ho scritto, non preoccupatevi. Non sarà certo la prima volta che avete torto. E neanche l'ultima.
Il fatto che ci sia scritto nei miei dati personali che sono una Tirannia Illuminata significa appunto che in questo blog ho ragione solo io. Anche se siete della mia stessa opinione.

P.P.S: A breve nuovi aggiornamenti su Lucca ( Argomento Sketch, Lista "completa" della Spesa e tanto altro...)

P.P.P.S.: NON PERDETEVI Il VIDEO E LA CANZONCINA DI LUCCA IN CIMA LA POST!! UN MUST!

6 commenti:

[8baLL] ha detto...

Ed ho sempre più cagaaaaaaaaaa!

(Grazie mille Glifo! Per gli sketch... Sai dove trovarmi! Ehehehe!)

Il Glifo ha detto...

NOn temere...ti trovo, ti trovo...

sTUDIOpAZZIA ha detto...

Complimenti!
Ora so che sai anche scrivere (e per "scrivere" intendo scrivere bene)

magari ci si vede pure a Lucca

-logan- ha detto...

ahahah.. sei un grande, bellisimo sto post :D

Il Glifo ha detto...

Grazie a Logan e a Studio Pazzia per essere passati di qui.
Tornate presto. Vi Aspetto....

Il GLIFO GRATO

DaniloG ha detto...

Ti faccio i più sinceri complimenti per lo splendido video! Mi sono pisciato sotto dalle risate! Complimenti anche per il testo; mai parole furono più vere!!

Ciao
DaniloG